La decisione della Prefettura di Napoli, a seguito di una lunga riunione

 

Alcuni giorni fa, a seguito di una lunga riunione in Prefettura a Napoli del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica della città presieduta dal prefetto Claudio Palomba, sono state prese diverse decisioni importanti. Tra i tantissimi temi toccati, si è voluto dare spazio alla questione scuola.

Difatti, purtroppo, è ancora oggi dilagante il fenomeno dell’assenteismo o della totale mancanza di presenza di tantissimi giovani a scuola. Molto spesso, i genitori di questi ragazzi, percepiscono indennità.

Per tale motivazione, è stato deciso di revocare alcune tipologie di indennità percepite dai genitori i cui figli non frequentano assiduamente la scuola.

Attraverso una nota, resa poi pubblica, la Prefettura spiega: “Sarà programmato un incontro con l’Inps e le altre istituzioni interessate per definire modalità operative per procedere alla revoca di alcune tipologie di indennità percepite dai genitori i cui figli risultino inadempienti agli obblighi scolastici. Tale misura verrà estesa anche ad altre categorie di soggetti responsabili di illeciti, quali i parcheggiatori abusivi”.

Napoli. Indennità revocate per i genitori che non mandano i figli a scuola

 

Nazarena Cortese

Commenti

commenti