Due “Accordi quadro” garantiranno l’inizio dei lavori di manutenzione in diverse aree metropolitane, tra queste Melito

Nell’ambito della manutenzione di alcuni tratti stradali sono stati firmati due importanti “Accordi quadro” inerenti a diversi comuni della Città metropolitana di Napoli.

Il raggiungimento di un’intesa attraverso un “accordo quadro” fa sì che, come prevede la normativa europea in merito,  possano essere iniziati quei lavori per i quali non si raggiunge un accordo nell’immediato per la realizzazione di un lavoro completo ma i lavori, così facendo,  non resterebbero cristallizzati al totale raggiungimento di tutti gli accordi riguardo gli appalti pubblici ma potrebbero, con tutta tranquillità,  iniziare e continuare anche nell’arco di anni a venire.

Il vantaggio di un “Accordo quadro” riguarderebbe, nello specifico, una semplificazione degli iter del lavoro stesso attraverso l’individuazione, mediante una gara d’appalto, di una società che si occuperà di gestire quei lavori a cui poi saranno subordinati, nel tempo,  attraverso dei round e degli step successivi,  i collaboratori di aree specifiche che dovranno contribuire al completamento dell’opera stessa.

Per la Città metropolitana di Napoli sono stati firmati due importanti Accordi quadro nella giornata di ieri che sono stati resi noti dal sindaco Luigi  De Magistris e dal Consigliere delegato alle strade Raffaele Cacciapuoti.

Grandissima la soddisfazione espressa dal sindaco De Magistris in merito al raggiungimento di questi accordi così importanti per la manutenzione di diverse aree viarie della Città metropolitana di Napoli.

Gli interventi principali saranno due. Per il primo intervento saranni interessati i Comuni di Ischia, Lacco Ameno, Casamicciola, Forio d’Ischia, Serrara Fontana, Barano d’Ischia, Capri, Anacapri, Monte di Procida, Boscotrecase, Trecase, Mugnano, Melito, Casandrino, Pozzuoli, Quarto, Giugliano in Campania, San Sebastiano al Vesuvio, Massa di Somma, Cercola e Volla. Lo sviluppo totale della rete stradale oggetto di eventuali interventi sarà di circa Km 180.

Il secondo intervento, invece, comprenderà le strade ricadenti nei Comuni di Camposano, Casamarciano, Cicciano, Comiziano, Nola, Ottaviano, Palma Campania, Poggiomarino, Roccarainola, San Giuseppe Vesuviano, Saviano, Scisciano, Somma Vesuviana, Striano, Tufino e Visciano. Anche in questo caso lo sviluppo totale della rete stradale oggetto di eventuali interventi si svilupperà per circa Km 180.

La manutenzione riguarderà sia interventi ordinari che interventi straordinari:

Ripristino di barriere stradali con installazione di nuovi sistemi di ritenuta e/o incidentate volto a garantire la continuità funzionale, ripristinando le condizioni di sicurezza ed adeguando le suddette opere, ove è possibile, alle vigenti normative;

Ripristino ed integrazione della segnaletica verticale con quella ad alta rifrangenza, ripasso della segnaletica orizzontale e di nuovo impianto;

Consolidamento delle opere d’arte e ripristino corticale delle strutture degradate;

Ripristino delle murature di tufo, pietrame e calcestruzzo costituenti parapetti e muretti, opere d’arte in genere, nei tratti ove si presentano dissestati, o comunque tali da rappresentare pericolo per la pubblica e privata incolumità;

Pulizia dei cigli, pertinenze e banchine, mediante modesti movimenti di terra e taglio d’erba in corrispondenza dei tratti stradali oggetto di intervento.ripristino di barriere stradali con installazione di nuovi sistemi di ritenuta e/o incidentate volto a garantire la continuità funzionale, ripristinando le condizioni di sicurezza ed adeguando le suddette opere, ove è possibile, alle vigenti normative;

Ripristino ed integrazione della segnaletica verticale con quella ad alta rifrangenza, ripasso della segnaletica orizzontale e di nuovo impianto;

Consolidamento delle opere d’arte e ripristino corticale delle strutture degradate;

Ripristino delle murature di tufo, pietrame e calcestruzzo costituenti parapetti e muretti, opere d’arte in genere, nei tratti ove si presentano dissestati, o comunque tali da rappresentare pericolo per la pubblica e privata incolumità;

Pulizia dei cigli, pertinenze e banchine, mediante modesti movimenti di terra e taglio d’erba in corrispondenza dei tratti stradali oggetto di intervento.

Il consigliere Cacciapuoti, a fronte di questo importante traguardo raggiunto, attraverso la sua pagina Facebook, ha dichiarato tutta la sua intenzione affinché nulla vada perduto “Per realizzare questo obiettivo abbiamo investito somme considerevoli anche grazie al lavoro del Consiglio Metropolitano e del sindaco de Magistris che tanto hanno sostenuto questi progetti. Assolutamente decisivo è stato, come sempre, il lavoro delle strutture tecniche e amministrative dell’Ente a cui va il mio ringraziamento” .

Foto dal web
Marianna Di Donna

Commenti

commenti