Non c’è limite al peggio

La Procura di Napoli ha firmato 17 provvedimenti di sequestro a carico di alcuni individui che eseguivano tamponi fasulli a 60 euro.

La “banda” è accusata di associazione a delinquere, truffa e esercizio abusivo della professione.

I test oltre a non essere a norma, davano con ogni probabilità, sempre esito negativo.

Il tutto è stato scoperto grazie a degli spot apparsi online negli ultimi mesi.

 
In Campania tamponi a tappeto. Il via della Regione

Commenti

commenti