“Ho ucciso mia moglie a Napoli”

 

E’ il 14esimo femminicidio da inizio anno quello che stavolta ha coinvolto Ornella Pinto 40enne di Napoli uccisa con 12 coltellate stamane dal compagno 43enne Pinotto Iacomino.

Il delitto è avvenuto nella casa dei due in via Filippo Cavolino nel quartiere San Carlo all’Arena di Napoli; il figlio della coppia, un bimbo di 4 anni, dormiva.

La donna è morta dopo poco l’arrivo al Cardarelli. I medici hanno tentato di salvarla ma per Ornella non c’è stato nulla da fare.

I motivi del gesto sono ancora da capire; l’uomo si sarebbe costituito ai carabinieri di Montegabbione dopo aver tentato di fuggire ed è attualmente in stato di fermo.

“Ho ucciso mia moglie a Napoli; mi sono venuto a costituire”, questo avrebbe dichiarato Iacomino alle Forze dell’Ordine; in corso le indagini per stabilire il movente.

arresto

Commenti

commenti