Vaccino prenotabile dai 12 anni, piattaforma Soresa in tilt da ore

In Campania dalle ore 22 del 2 giugno tutti senza limiti di età possono prenotare il vaccino Covid-19 sulla piattaforma della Regione Campania gestita dalla Soresa.

Purtroppo, però, la piattaforma è stata letteralmente presa d’assalto dagli utenti che hanno creato un vero e proprio inutilizzo della stessa.

La procedura di inserimento della richiesta è sempre la stessa: si inserisce il codice fiscale e il numero di tessera sanitaria e si accede ad un’area nella quale bisogna dapprima scaricare i consensi relativi ai vari vaccini somministrabili, per poi passare alla compilazione dell’anamnesi.

Una volta completata questa procedura di inserimento dati, dovrebbe arrivare sul numero di cellulare fornito, un codice di validazione OTP che serve da conferma per quanto dichiarato.

Ed ecco che, pochi minuti dopo le 22, si sarebbe registrata la prima anomalia, poi confermata dalla stessa piattaforma circa un probabile ritardo nell’arrivo del codice.

Intanto la piattaforma avrebbe continuato a registrare utenti e, man mano che passavano i minuti, diventate poi ore, il sistema Soresa è andato letteralmente in tilt.

In moltissimi si starebbero lamentando anche attraverso commenti sul post Facebook della Regione Campania che sponsorizzava l’apertura alle vaccinazioni dai 12 anni a salire, adducendo ritardi nella compilazione e poca informazione da parte di chi gestisce la piattaforma su come procedere avendo già inserito i dati ma senza convalida.

Un messaggio apparso nella Home Page della piattaforma stessa conferma i ritardi riscontrati e rassicura gli utenti finora solo registratisi, ma senza conferma, che il codice OTP ha una validità di 48 ore e che i dati inseriti, anche se non confermati, risulterebbero già a sistema.

Foto dal web

Marianna Di Donna

Commenti

commenti