Sequestro di prodotti contraffatti a Napoli, scarpe e prodotti detergenti per la cura della casa e della persona

Una maxi operazione della Guardia di Finanza di Napoli ha portato alla denuncia di due persone per contraffazione, frode, commercio illecito e ricettazione di diversi prodotti.

Sono stati sequestrati circa139.000 articoli per la casa privi di ogni necessaria certificazione di sicurezza e scarpe contraffatte. Durante un primo intervento, però, il Gruppo Pronto Impiego ha sequestrato, presso un punto vendita di prodotti per la cura della persona e della casa, oltre 138.200 articoli con il marchio “Moca” contraffatto.

L’operazione ha avuto luogo nei quartieri Pendino, Gianturco e San Lorenzo.

La certificazione “Moca”, acronimo di “Materiali e Oggetti a Contatto con gli Alimenti”, è obbligatoria per tutti le stoviglie e attrezzi da cucina e viene concessa solo da un ente specifico e solo dopo vari test di verifica riguardanti il rispetto dei requisiti di sicurezza e conformità degli articoli a tutela della salute dei consumatori. Una tutela, questa, per i consumatori e per la loro salute, che ha l’obiettivo di prevenire qualsiasi alterazione della qualità e della salubrità degli alimenti con cui entrano in contatto. per questo reato è stato denunciato alla Camera di commercio un cittadino cinese di 58 anni.

Il sequestro di scarpe contraffatte, invece, ha visto protagonista un uomo del Gambia di 21 anni, che trasportava, nel quartiere Pendino, dei pacchi molto voluminosi facendo un viavai continuo, da e verso, un deposito. All’interno dello stesso sono state ritrovate scarpe contraffatte di notissime marche sportive quali Nike, Adidas, Louis Vuitton, Hogan, Fila, Alexander Mcqueen, Timberland. Il giovane è stato denunciato per ricettazione e commercio di prodotti contraffatti.

Foto dal web

Marianna Di Donna

 

 

 

Commenti

commenti