E’ stato ritrovato ad Aversa l’ex carabiniere scomparso a Mugnano

Nella mattinata di ieri l’ex carabiniere V.D.M. aveva fatto perdere le sue tracce facendo ben intendere, attraverso un biglietto lasciato in casa, di non voler essere neanche cercato.

L’uomo è stato ritrovato oggi e sarebbe ricoverato attualmente all’ospedale di Aversa dopo che, pare abbia accusato un malore.

Molto delicata sembrerebbe la sua salute mentale dal momento che l’uomo, coinvolto in un’inchiesta giudiziaria del Comune di Sant’Antimo, era stato congedato dall’arma proprio a causa di questa situazione.

L’ex carabiniere, 58 anni, dopo aver perso il lavoro e dopo essersi ritrovato iscritto nel registro degli indagati per presunti favoreggiamenti dei clan di Sant’Antimo in ambito di faccende comunali, mentre era in esercizio delle sue funzioni pubbliche, si sarebbe sentito braccato e soffocato anche dal peso di un’onta piuttosto pesante.

Da tempo, infatti, non era più lo stesso e pare che avesse anche iniziato a fare uso di farmaci per calmare il suo stato depressivo.

Ieri mattina, deciso probabilmente a sparire, si era allontanato dalla sua casa di Mugnano non prima di aver lasciato un biglietto di scuse per le sofferenze inferte ai suoi familiari.

Poi di lui nessuna traccia anche se i familiari, fin da subito, avevano attivato tutte le procedure possibili per le ricerche riuscendo ad ottenere il pattugliamento di diverse volanti e anche l’impiego di due unità cinofile per consentire le operazioni di perlustrazione delle zone attigue all’abitazione dello scomparso. Operazioni che nulla escludevano, anche rivolte a possibili azioni inconsulte dell’uomo, e, per questo era stato perlustrato anche l’acquedotto della città.

Fino a stamattina quando si è appreso di un suo ricovero presso l’ospedale di Aversa, causato da un malore dopo aver ingerito diversi farmaci.

Foto di repertorio

Marianna Di Donna

 

Commenti

commenti