Boom di decessi in Campania, sintomo di un contagio sempre più crescente

La prima ondata dell’emergenza Covid-19 aveva fatto registrare un numero seppur alto di decessi ma relativamente contenuto.

Dal mese di marzo a fine ottobre i decessi registrati erano 659.

Il dato sconvolgente è che nel solo mese di Novembre, a ridosso della seconda ondata, i decessi siano arrivati a quota 1014.

Purtroppo questa seconda ondata ha investito in pieno la nostra regione a differenza della prima nella quale i numeri erano abbastanza contenuti.

Adesso per fare il punto della situazione aggiornata bisognerà attendere ancora qualche settimana per verificare se la decisione di portare la Campania a zona rossa con restrizioni maggiori abbia portato i suoi benefici.

Intanto continuano i contagi e le morti tra il personale ospedaliero e non.

È di ieri la notizia del decesso di un’anestesia in pensione, nostra concittadina, Paola De Masi, moglie dell’ortopedico Russo deceduto una settimana fa per Covid-19.

Intanto i contagi registrati ieri al termine della giornata ammontano a 1626 positivi.

Marianna Di Donna

Commenti

commenti