Lo spettacolo degli ombrelli colorati arriva a Calvizzano

Nel 2012 nella città di Agueda in Portogallo nacque una stravagante idea decorativa.

Le strade della città furono abbellite con l’installazione di tantissimi ombrelli colorati sia per decoro sia per dare sollievo alle persone che vi passassero, protette, per così, dire dai calienti raggi del sole delle estati portoghesi.

L’anno successivo questa idea iniziò ad attrarre numerosissimi turisti che si recavano ad Agueda proprio per fotografarsi sotto quei soffitti di ombrelli colorati. Da quel momento la città, infatti, fu soprannominata “la città degli ombrelli”.

Negli anni successivi queste installazioni hanno iniziato a prendere vita in tutta Europa, arrivando anche in Italia dove i luoghi abbelliti con questa stravagante idea non sono certamente pochi, tra questi troviamo Assisi, Firenze e Rossano Calabro.

Molto spesso, inoltre, in occasione di temi o giornate particolari dedicate a qualche evento, si tende a cambiare gli ombrelli dai mille colori con altri monocromatici come simbolo di ciò che si vuole rappresentare. Per esempio in alcuni paesi che hanno ospitato eventi dedicati alle donne, si è scelto di collocare tutti ombrelli di colore rosa.

In questi giorni, però, questa stravagante idea è sbarcata nel comune di Calvizzano e, più precisamente, in via Diaz.

Ad annunciarlo è lo stesso sindaco della città Pirozzi sulla sua pagina Facebook indicando anche una motivazione molto nobile in merito alla decisione di creare l’installazione “dopo un periodo buio e di grigiore è quello che serve per trasmettere la positività di cui tutti abbiamo bisogno. Continua il processo di trasformazione di una delle vie più belle del nostro paese”.

Lo stesso sindaco della città, quindi, pubblicizza l’evento decorativo invitando, non appena sarà possibile senza limitazioni, tutte quelle persone desiderose di percorrere il tratto di strada addobbato da circa 350 ombrelli colorati e, magari, divertirsi a scattare selfie in un’atmosfera sicuramente surreale e inneggiante alla vita soprattutto quando tutto questo grigiore sarà passato.

“Abbiamo voluto fortemente realizzare l’opera per rendere il nostro paese più bello, più colorato nonché più attrattivo per chi si trova a passare. Sono più di 350 gli ombrelli “aperti” che compongono il colorato mosaico che corre lungo la via di mezzo: verdi, gialli, arancioni, blu, rossi e bianchi.“

Foto dal web

Marianna Di Donna

 

 

 

 

Commenti

commenti