Sulla tangenziale di Napoli ritorna il trucco della gomma bucata

Adocchiavano auto di grossa cilindrata con bagagli importanti e preferibilmente guidate da persone anziane e poi riproponevano l’ormai tristemente noto “trucco” della gomma forata.

Il copione seguito era collaudato e, per questo, messo in atto con disinvoltura.

Ad ottobre i malviventi fermano un Audi S6 piena di bagagli con a bordo due persone avanti con gli anni di ritorno da una vacanza ad Ischia.

La coppia proveniva da Pozzuoli ed era diretta all’autostrada per il Nord ed è lì che è avvenuta la truffa.

L’ Audi S6 continuava ad interrompere la sua marcia a causa di un’auto antistante che mostrava un andamento irregolare.

Poco dopo, la stessa Audi sarebbe stata costretta a fermarsi in piazzola per una segnalazione di foratura pneumatico.

A quel punto subentrerebbero altre due auto di finti soccorritori a bordo di una Suzuki Splash e una Punto nera.

Il conducente della Punto, fingendo di voler aiutare, costringe l’anziano ad aprire il portabagagli suggerendo che proprio all’interno vi sarebbe un tasto di Sos per questi guasti.

Ed ecco servita la rapina: borse, bagagli, carte di credito e soldi vengono rubati dai ladri approfittando del momento.

Immediata la denuncia alla stazione dei carabinieri di Fuorigrotta che, poi, ha condotto le indagini sul caso: dalle rilevazioni delle telecamere di videosorveglianza sono stati rintracciati, denunciati e arrestati due uomini di 62 e 37 anni di Napoli.

Marianna Di Donna

Commenti

commenti