Il Tar Campania dice no alle mamme “no DAD” e respinge il ricorso

Decisione lampo quella presa dal Tar Campania che vede respinto il ricorso delle mamme “no DAD”.
Ancora una volta, a fronte dell’ordinanza del governatore De Luca di chiudere tutte le scuole di ogni ordine e grado della Campania da oggi fino a metà marzo, si era sollevato il grido di protesta di quei genitori contrari alla chiusura.
Il Tribunale amministrativo regionale, questa volta, si è espresso in tempi strettissimi e favorevolmente all’ordinanza senza contrariarla, dichiarando che “lo stop  tiene conto delle varianti e bilancia salute e istruzione”.
Una decisione, quindi, che è la fotografia della situazione in peggioramento nella nostra regione per la diffusione dei contagi.
Il Tribunale, infatti, con i decreti 401 e 402, ribadisce che la decisione di chiudere totalmente gli istituti e affidare lo svolgimento della didattica esclusivamente alla Dad, è corretto in quanto tiene conto dei dati in forte rialzo a causa dell’incidenza delle varianti del virus, prima tra tutte, quella inglese con un accrescimento dei contagi soprattutto tra i giovani e finanche tra i giovanissimi.
Viene precisato, inoltre, nelle motivazioni del diniego che la situazione non riguarda solo la nostra regione ma andrebbe letta in in quadro più ampio considerando la previsione di un prossimo provvedimento su base nazionale che includerebbe anche la Campania.
Intanto i genitori no DAD non hanno digerito bene questo due di picche e ora minacciano una serie di scioperi ripetuti attraverso la disconnessione.
Foto dal web
Marianna Di Donna

 

Commenti

commenti