Stamattina il suono della campanella ha segnato l’inizio dell’anno scolastico 2020/2021 per le scuole della Campania ma ancora c’è chi non ha riaperto

Al via il nuovo anno scolastico anche per buona parte delle scuole campane anche se molte di queste riapriranno solo nei prossimi giorni.

Le varie ordinanze che si sono succedute in questo “settembre rovente” per la scuola hanno lasciato molti dubbi e quesiti irrisolti circa l’organizzazione per la ripartenza.

Ed ecco, quindi, giustificate le decisioni di molti sindaci e dirigenti scolastici a non riaprire secondo il calendario ufficiale della regione Campania.

Alcuni paesi dell’area vesuviana come Torre del Greco e Torre Annunziata riapriranno le scuole giovedì 1 Ottobre su decisione dei sindaci.

Anche nella stessa città di Napoli e in alcune cittadine della provincia nord campana, diversi presidi hanno stabilito per la riapertura posticipata per garantire le sanificazioni a seguito delle operazioni di voto.

In ogni caso le riaperture prevedono per tutte le scuole ingressi ed uscite scaglionate,  presenza in aula a giorni alterni, intervallata da un nuovo tipo di didattica.

Accantonata la DAD (didattica a distanza), per quest’anno si sperimenterà la “didattica integrata”, ovvero quando gli alunni, secondo i turni, non saranno in presenza, dovranno assistere e seguire le lezioni da casa in contemporanea a colori che invece si trovano in quel momento in aula.

Ogni scuola, quindi, starebbe cercando la soluzione migliore, più adeguata all’utenza, per garantire non solo l’inizio dell’anno scolastico ma soprattutto che si possa proseguire senza stop.

Marianna Di Donna

Commenti

commenti