Ritorna l’incubo “zona rossa” per la Campania, troppo alto l’indice dei contagi

Purtroppo la curva che segna l’andamento dei contagi in Campania sta mostrando numeri sempre più alti che potrebbero, a partire da lunedì 10 fino a lunedì 17 farla diventare arancione prima e rossa poi.

A deciderlo sarà il Ministro della salute Speranza dopo la consueta analisi dei report aggiornati.
In realtà la situazione, soprattutto tra Napoli e provincia, sarebbe già abbastanza allarmante in quest’ultima settimana considerando il picco raggiunto da diversi comuni ma non si sarebbe già arrivati alla stretta a causa della situazione ospedaliera che starebbe reggendo il passo.

Il numero dei positivi calcolato per ogni centomila abitanti registra per la Campania quota 203.

Considerando che la Lombardia aveva numeri intorno ai 126, la Campania si è praticamente posizionata in pole position come numero di contagi.

Altissima resta la preoccupazione per diversi comuni caratterizzati da una densità di popolazione altissima che starebbero diventando dei veri e propri focolai.

Prima fra tutti è la città di Melito dove l’indice sarebbe salito a quota 485, il doppio della soglia stabilita.
Seguono a ruota i comuni di Sant’Antimo, Giugliano, Villaricca, Caivano, Pomigliano, Casalnuovo, San Gregorio Matese in provincia di Caserta e Frasso Telesino in provincia di Benevento.

Se il report con i dati aggiornati a venerdì dovesse confermare la situazione o peggio segnare che la curva non tende a scendere ma a salire, questa situazione comporterebbe un evento drammatico per tutta la nostra regione.

La perdita del colore giallo significherebbe nuove chiusure che, questa volta, provocherebbero uno scenario davvero disastroso.

Richiederebbero, infatti, bar, ristoranti, negozi di abbigliamento, centri estetici, parrucchieri e barbieri, parchi, musei, stabilimenti balneari e tutte le attività ricreative.

Inoltre, si ritornerebbe alle restrizioni previste per gli spostamenti con l’obbligo dell’autocertificazione per comprovati motivi di necessità, di lavoro, di salute.

Venerdì sarà anche il giorno della consueta diretta facebook del governatore Vincenzo De Luca che già avrebbe rilasciato dichiarazioni in merito minacciando il compromettersi di tutta l’estate “Vedo in giro troppa gente che continua ad assembrarsi e che non indossa la mascherina. Continuando così, tra due settimane, saremo in zona rossa e ci giocheremo l’estate”.

Foto di repertorio
Marianna Di Donna

 

Commenti

commenti