Ciro Migliore, compagno transgender di Maria Paola Gaglione, arrestato per droga a Caivano

Il suo nome era balzato agli onori della cronaca per la sua storia d’amore osteggiata dalla famiglia della  fidanzata Maria Paola Gaglione, morta dopo aver battuto la testa cadendo dallo scooter.

Una storia, questa, che ha riempito le pagine della cronaca nera e suscitato non poche polemiche da parte dell’opinione pubblica. Ciro e Maria Paola avevano una relazione e, per il solo fatto di essere due donne, erano sempre state oggetto di aggressioni verbali e non da parte della famiglia di Maria Paola che, adesso, è indagata per la morte della giovane nella persona del fratello.

Maria Paola trovò la morte a seguito di un inseguimento, come lo stesso Migliore ha sempre dichiarato anche davanti ai magistrati che si occupano del caso, ma ad inseguirla sarebbe stato suo fratello mentre lei era a bordo del motorino guidato da Ciro, transgender che le aveva rubato il cuore. A seguito della caduta la ragazza cessò di vivere, innescando un’escalation di polemiche, talk show e interviste pubbliche nelle quali veniva affrontato il tema delicato anche con le associazioni del settore.

La famiglia della giovane si è sempre difesa dichiarando che avrebbero voluto per la loro figlia una vita tranquilla e senza pericoli, ma loro stessi avevano intuito e, forse ben conoscevano, che, se quella storia fosse continuata, avrebbe portato problemi forse anche con la giustizia.

Entrambe le famiglie sono residenti nel Parco Verde di Caivano, luogo dove tutti conoscono tutto dell’altro. nella giornata di ieri un maxi blitz dei carabinieri all’interno di questo parco ha portato all’emissione di 55 misure cautelari in una vasta operazione antidroga che ha visto coinvolti tra questi anche lo stesso Ciro Migliore.

L’accusa per Ciro è quella di essere un pusher di chi gestisce il traffico di droga da quelle parti, i militari hanno individuato e stralciato la sua posizione attraverso delle telecamere installate per l’occasione.

Foto dal web

Marianna Di Donna

 

Commenti

commenti