Spari nel quartiere Marianella, teso un agguato contro un ras

Pochi minuti fa nel quartiere Marianella si è tornato a sparare. Diversi colpi d’arma da fuoco sarebbero stati esplosi contro un uomo Bernardo Torino, 34 anni, già noto alle forze dell’ordine per diversi precedenti penali. L’uomo, meglio conosciuto nell’ambiente camorristico con l’appellativo “Limone”, appartiene ad una famiglia altrettanto conosciuta. Suo cugino, infatti, sarebbe il boss Salvatore Torino operante nella zona alta di Miano e vicino al clan Cifrone. Contro la vittima sono stati esplosi 5 colpi ma solo tre lo avrebbero colpito rendendo necessario il ricovero d’urgenza presso l’ospedale Cardarelli. Le sue condizioni non sarebbero gravi.

Sul fatto indagano i carabinieri del Nucleo operativo Vomero ai quali l’uomo avrebbe raccontato di essere stato vittima di un tentativo di rapina nel quartiere Piscinola. Secondo le sue dichiarazioni, obiettivo dei due uomini a bordo di uno scooter sarebbe stato l’orologio che aveva al polso ma che, non essendo riusciti a strapparlo, avrebbe scatenato l’esplosione dei colpi d’arma da fuoco. I carabinieri, sul posto indicato, hanno rinvenuto l’auto su cui era a bordo la vittima, e la fiancata bucata dai tre proiettili che lo hanno poi colpito.

Foto dal web

Marianna Di Donna

 

Commenti

commenti