L’ incubo di due sorelle ridotte in schiavitù a Napoli

 

I Carabinieri della stazione di Qualiano hanno arrestato per induzione, favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione un 39enne di origini albanesi già noto alle forze dell’ordine.

 

Due sorelle ucraine si ribellano al loro protettore e lo denunciano attribuendogli anche minacce e altri tipi di violenze.

Il luogo prescelto era la Circumvallazione esterna, luogo dove le due

donne dovevano lavorare e dare a lui la maggior parte del guadagno. Le minacciava continuamente dicendo loro che se si fossero ribellate avrebbe fatto del male ai loro cari e, come se non bastasse, per evitare la fuga, aveva tolto loro il passaporto.

L’operazione dei militari si è svolta proprio con un appostamento sul luogo in cui le donne erano obbligate a sostare.

L’uomo è stato colto in flagranza di reato proprio nel momento in cui passava per ritirare i soldi, arrestato e portato direttamente in carcere dove lo attende un processo per direttissima.

 

 

Marianna Di Donna

Commenti

commenti