"/>

IL NAPOLI, CON CALMA, CONCENTRAZIONE E PERSONALITA’ TORNA VITTORIOSO DA KIEV

Il Napoli ha battuto 2-1 la Dinamo Kiev nella prima gara del Gruppo B di Champions League, reti di Garmash al 26° p.t., Milik al 35° p.t. e al 46° p.t.

KIEV – Al debutto in Champions mister Sarri punta su Mertens e Callejon con Milik punta centrale, in difesa torna Hysaj e Allan a centrocampo.

Si parte e la Dinamo è subito pericolosa, palla persa a centrocampo e Sydorchuk prova il pallonetto dalla distanza ma Reina non si fa sorprendere deviando in angolo. La Dinamo cerca di metterla sul piano del ritmo spina anche dal tifo locale. Il Napoli non si scompone e cerca d’imporre il proprio gioco e prese le contromisure ci riesce in pieno. E’ un bel vedere gli azzurri giocare con personalità e carattere su un campo difficile come quello di Kiev.

Le due squadre si studiano e di occasioni da gol clamorose non ce ne sono, i portieri non sono mai impegnati. Al 26° minuti si rompe l’equilibrio, dalla trequarti del Napoli Yarmolenko lancia in diagonale per Tsygankov che fa la sponda al centro di testa, difesa del Napoli colpevolmente ferma e Garmash in girata mette in rete il gol del vantaggio gli ucraini.

Il Napoli non si scompone, consapevole della propria forza, si mette di nuovo a macinare gioco. E al 35° discesa sulla sinistra di Ghoulam che crossa al centro, colpo di testa di Milik a scavalcare il portiere e palla in rete, 1 – 1 e partita di nuovo in parità. Che carattere il Napoli.

Gli azzurri continuano a macinare il gioco e controllano la partita, alla fine del primo tempo l’arbrito concede 2 minuti di recupero e proprio allo scadere del tempo di nuovo Milik porta il Napoli in vantaggio, sempre di testa, pallonetto al portiere e palla di nuovo in fondo al sacco. L’attaccante polacco del Napoli fa di nuovo una doppietta.

Inizia il secondo tempo, gli azzurri hanno il completo controllo della partita, praticamente Reina non è stato mai impegnato seriamente. La Dinamo cerca di andare alla ricerca almeno del pareggio ma gli azzurri sono molto attenti e concentrati.

Infatti, è il Napoli ad essere ancora pericoloso, al 18° Mertens centra in pieno il palo. Da segnalare anche l’espulsione del giocatore della Dinamo Kiev Sydorchuk per una simulazione in area del Napoli, era già stato ammonito prima, prende il secondo giallo e il successivo rosso. Da quel momento gli azzurri pensano solo al controllo della gara che termina senza ulteriori sussulti.

Doppio Milik e debutto migliore per il Napoli non ci poteva essere. Gli azzurri sono in testa al girone con 3 punti, la partita delle altre rivali, Benfica contro il Besiktas è finita in parità 1 – 1.

DINAMO KIEV: 1 Shovkovskiy; 27 Makarenko, 24 Vida, 34 Khacheridi, 5 Antunes; 16 Sydorchuk, 17 Rybalka (18 Korzun, dal 36° s.t.), 19 Garmash; 10 Yarmolenko, 15 Tsygankov (20 Gusev, dal 27° s.t.); 11 Moraes (7 Gladky, dal 41° s.t.).

NAPOLI: 25 Reina; 2 Hysaj, 33 Albiol, 26 Koulibaly, 31 Ghoulam; 5 Allan, 8 Jorginho, 17 Hamsik (20 Zielinski, dal 16° s.t.); 7 Callejon, 99 Milik (23 Gabbiadini, dal 36° s.t.), 14 Mertens (24 Insigne, dal 27° s.t.).

Tonino Caiazza

Commenti

commenti