Questa sera alle 20:45 allo stadio Diego Armando Maradona di Napoli, alla squadra partenopea basterà vincere contro il Verona, per avere la certezza matematica di qualificarsi alla prossima Champions League

La squadra di Gennaro Gattuso in lotta con il Milan e la Juventus è a 76 punti, al momento al quarto posto a pari punti con i rossoneri, ma con gli scontri diretti a favore dei lombardi; che invece sono terzi dietro all’ Inter già scudettata da un mese e all’Atalanta seconda e già certa della   qualificazione Champions. I bianconeri invece sono a 75 punti al momento quinti in classifica, quindi va da sé che se dovesse vincere il Napoli questa sera, andrebbe a 79 punti raggiungendo la qualificazione matematica. Il Verona però venderà cara la pelle, come ha detto il suo tecnico Juric nella conferenza della vigilia, anche per la grandissima rivalità delle due tifoserie. Gattuso proprio per questo motivo ha difatti preparato i suoi soprattutto dal punto di vista mentale: in campo dovranno essere concentrati tutti per vincere ad ogni costo e centrare l’obiettivo, più che dal punto di vista tattico o tecnico, dovrà essere la mente ad essere libera e non farsi prendere da patemi inutili, il Napoli è più forte, quindi deve vincere senza se e senza ma.

Per quando riguarda i convocati di Gennaro Gattuso, non recupera Koulibaly e Maksimovic, mentre torna nella lista Lobotka. La squadra questa sera dovrebbe schierarsi in questo modo: in porta solito ballottaggio tra Meret ed Ospina, con il primo ormai preferito spesso al secondo, non ancora al meglio dopo un infortunio di qualche settimana fa; in difesa la coppia centrale sarà quella vista nelle ultime partite, che ben si è disimpegnata: quella formata da Manolas e Rrahmani. A completare il reparto di difesa ci sarà a destra Di Lorenzo e Hysaj a sinistra.

A centrocampo solito ballottaggio in mediana tra Bakayoko e Demme, nelle ultime partite l’ex Chelsea e Milan è stato preferito all’italo-tedesco per avere più fisicità al centro del campo, e sembrerebbe che anche questa sera sarà lui a partire titolare, anche perché il Verona è la squadra che in Serie A ha vinto più duelli aerei e, quindi ci vuole un colosso che possa battagliare nel gioco aereo. A fare coppia con Bakayoko ci sarà Fabian Ruiz, apparso nelle ultime partite tra i migliori in campo; come trequartista e collante tra centrocampo e attacco ci sarà come di consueto Piotr Zielinski. D’avanti al polacco ci sarà a destra Lozano favorito su Politano, il messicano è più adatto per mettere in difficoltà il terzo di sinistra degli scaligeri, a sinistra capitan Insigne e al centro dell’attacco ci sarà l’imprescindibile oramai per il gioco degli azzurri: Victor James Osimhen.

Convocati del Napoli: Meret, Contini, Ospina, Zedadka, Mario Rui, Di Lorenzo, Hysaj, Rrahmani, Costanzo, Manolas, Demme, Bakayoko, Elmas, Fabian Ruiz, Zielinski, Lobotka, Osimhen, Lozano, Mertens, Politano, Insigne, Petagna, D’Agostino.

Probabile formazione del Napoli (4-2-3-1): Meret, Di Lorenzo, Manolas, Rrahmani, Hysaj, Fabian Ruiz, Bakayoko, Lozano, Zielinski, Insigne Osimhen. All. Gattuso.

Probabile formazione del Veromna (3-4-2-1): Pandur, Dawidowicz, Magnani, Dimarco, Faraoni, Tameze, Ilic, Lazovic, Bessa, Zaccagni, Kalinic. All. Juric.

Ballottaggi per il Napoli: Bakayoko/Demme 60%/40%, Lozano/Politano 55%/45%.

Arbitro: Chiffi, Var: Nasca.

Antonio Ferrigno

 

 

 

Commenti

commenti