Emergenza Covid-19, l’amministrazione Sarnataro ottiene la riapertura dei centri  polifunzionali per disabili nei Comuni dell’ambito N16

La decisione è stata ratificata questa mattina nel corso del Coordinamento d’Ambito a cui hanno partecipato i referenti dei Comuni di Mugnano, Melito, Villaricca, Qualiano e Calvizzano.

A partire da febbraio i centri, dopo quasi un anno di chiusura, potranno quindi riaprire le porte e iniziare nuovamente le loro attività.

“In vista della riapertura – spiega l’assessore al ramo Carmen Ausilio – giovedì ci sarà una riunione con tutti i responsabili delle strutture interessate per approvare i protocolli anti-covid necessari affinché tutte le attività si svolgano in totale sicurezza.  La riapertura dei centri è un primo passo per tornare piano piano alla normalità e per ridare a questi ragazzi l’opportunità di socializzare, di migliorarsi e di non sentirsi soli”.

I centri dovevano riaprire già ad ottobre, ma a causa della seconda ondata di contagi sono rimasti purtroppo chiusi.

“Voglio ringraziare tutto il coordinamento d’ambito per aver approvato la nostra proposta – dichiara il sindaco Luigi Sarnataro – In questa pandemia le persone diversamente abili sono state le più penalizzate, insieme alle loro famiglie, ne sono consapevole. I centri polifunzionali sono le uniche strutture che non hanno mai riaperto e questo era inaccettabile. Per questo mi sono fatto promotore della riapertura, tra l’altro le attività svolte rappresentano un aspetto fondamentale nella vita di questi ragazzi”.

Commenti

commenti