Rischia di soffocare con la mozzarella, equipe del Pellegrini gli salva la vita

Solo dopo un lungo e meticoloso intervento durato 3 ore si è evitato il peggio per un paziente di 46 anni.

L’uomo stava partecipando ad un pranzo di famiglia presso la propria abitazione quando ha iniziato a sentirsi male a tavola non riuscendo più a respirare.

I familiari, che immediatamente si sono resi conto che aveva ingerito della mozzarella e che qualcosa era andato storto, hanno immediatamente chiamato il 118 che in pochissimi minuti è intervenuto trasportandolo all’ospedale Pellegrini di Napoli.

Tempestivamente soccorso dal personale di rianimazione, è stato immediatamente ventilato;questa operazione ha permesso di salvare la vita al malcapitato.

Una prima broncoscopia ha però rilevato diversi residui alimentari nelle vie respiratorie, e un quadro di impegno che impediva all’uomo di ventilare ed ossigenarsi in maniera adeguata e in autonomia.

Così l’equipe ha chiesto l’intervento del primario della rianimazione, il dottor Ciro Fittipaldi, che seppur non fosse di turno è intervenuto prontamente e ha condotto una seconda broncoscopia per liberare tutto l’albero respiratorio.

Dopo 3 ore di delicato intervento il medico ha estratto tutti i residui di cibo è ha stabilizzato il paziente.

Il paziente è stato quindi ricoverato presso la rianimazione del Monaldi.

Poi quando è finalmente uscito dal pericolo di vita è stato spostato nel reparto di Medicina dove sta proseguendo le terapie per poter essere dimesso, si spera, nei prossimi giorni.

Marianna Di Donna

Commenti

commenti