“Giovanna sta bene, ho avuto anche il piacere di poterla salutare”

 

Ad Aversa una ragazza durante la notte di Capodanno è stata colpita da un proiettile vagante, a tal proposito è stata aperta dalla Procura di Napoli Nord una inchiesta contro ignoti per tentato omicidio: sulla vicenda indaga la Polizia di Stato.
Le forze dell’ordine stanno compiendo le indagini del caso e stanno ricostruendo la vicenda.
Giovanna, la ragazza di 19 anni, è stata colpita da un proiettile vagante mentre si trovava sul balcone della sua abitazione, in piazza Giovanni XXIII, nel centro di Aversa, mentre stava ammirando i fuochi d’artificio della mezzanotte.

La 19enne è stata portata immediatamente all’ospedale San Giuseppe Moscati, dove è stata sottoposta a un intervento chirurgico per estrarre il proiettile.
Stando ai primi esami del caso, si presume che il proiettile che ha colpito la ragazza sia esploso dall’alto, probabilmente dal palazzo di fronte, ed è stato constato che il colpo è stato più di uno essendo stati trovato altri bossoli.

Il primo cittadino è andato personalmente a trovare la ragazza in ospedale per accertarsi della situazione e ha dichiarato: “Giovanna sta bene, ho avuto anche il piacere di poterla salutare. La comunità si è stretta vicino la famiglia, quindi adesso voltiamo pagina, sperando che un episodio del genere non si ripeti più”.

 

Teresa Barbato

Commenti

commenti