"/>

Melito. Violenza sulle donne, corsi di difesa personale per le ragazze del liceo Kant

L’iniziativa del Comune sarà presentata l’8 marzo a scuola

Il via al progetto nel corso del convegno di venerdì: si parlerà di femminicidio a meno di una settimana dall’assassinio di Nerina Matuozzo uccisa a Melito dall’ex marito che non accettava la separazione

Che l’otto marzo sia un momento di festa ma soprattutto di riflessione e confronto. E’ su queste basi che Il liceo scientifico, linguistico e di scienze umane Immanuel Kant ed il Comune di Melito hanno organizzato un incontro-dibattito presso la sala convegni dell’istituto superiore in via 25 aprile venerdì 8 marzo alle ore 9.

L’incontro, dal titolo ‘la condizione della donna tra diritti e soprusi’, sarà presentato dalla dirigente scolastica del liceo Teresa Davide e vedrà la partecipazione del sindaco Antonio Amente e del suo vice, nonché assessore alla Cultura, Luciano Mottola. Un’occasione di confronto più attuale che mai, visto quanto accaduto la scorsa settimana, quando la giovane melitese Norina Matuozzo fu ammazzata dal suo ex marito che non aveva accettato la separazione.

Nel corso del convegno ci sarà spazio per il monologo “Violenza sulle donne”, curato della prof.ssa L. Isa e del gruppo Teatro del liceo. Saranno trattati gli aspetti sociali del tema con la prof.ssa A. Marrone e quelli giuridici con gli avvocati E. Selva e G. Cavallo.

A metà mattinata si entrerà nel clou dell’incontro con la presentazione del progetto ‘Io mi difendo’ del maestro Emanuele Sarnataro. L’iniziativa, fortemente voluta dall’assessorato Servizi Sociali del Comune di Melito, darà la possibilità alle giovani liceali di partecipare gratuitamente ad un corso bimestrale di difesa personale.

“La preside ha accettato con favore la nostra proposta e così già nelle prossime settimane prenderà il via il corso – ha dichiarato l’assessore al ramo e vicesindaco Mottola – Purtroppo gli episodi di violenza nei confronti delle donne sono all’ordine del giorno e spesso degenerano in omicidi come nel caso della povera Norina. Per questi motivi è importante che le ragazzine imparino a difendersi, perché dinanzi a certi uomini, che di uomini hanno poco o nulla, è importante non farsi trovare impreparate. Abbiamo deciso di iniziare con le liceali, ma, se questo corso dovesse dare buoni risultati, sarà allargato anche alle ragazzine delle scuole medie di Melito”.

Sarà, infine, presentata l’iniziativa “Melito Città amica delle donne” a cura degli studenti del Kant.

L’idea degli studenti è di fare di Melito il luogo dove porre le basi per impostare una società civile che metta al centro della vita della collettività il rispetto della donna.

“L’iniziativa degli studenti del Kant è certamente lodevole e la mia amministrazione darà un importante contributo affinché l’obiettivo di questi ragazzi possa essere raggiunto. Abbiamo mostrato grande attenzione riguardo i diritti delle donne, organizzando giornate a teme e convegni sulla violenza e sui femminicidi. I recenti fatti di cronaca dicono che c’è ancora tanto da lavorare, ma siamo certi di aver intrapreso la strada giusta”. 

Comunicato stampa

Comune di Melito 8 marzo liceo Kant

Commenti

commenti