Gli abitanti del Rione 219 eviteranno i fuochi d’artificio la notte del 31 dicembre in segno di rispetto e sostegno per Lello Santagata

Raffaele Santagata, 17enne di Melito e giovane calciatore dell’AC Sangiustese, è stato sottoposto ad un delicatissimo intervento e ora si trova in coma, in condizioni critiche.

Da 15 giorni il giovane calciatore è in condizioni giudicate gravi: amici, residenti, semplici appassionati di calcio giovanile che hanno conosciuto il diciassettenne per le sue prodezze in campo ora pregano per lui.

Da giorni sembra, infatti, non parlarsi d’altro: le sue foto stanno facendo il giro del web e nel Rione 219 la sua battaglia è diventata motivo di unione e di preghiera.

Qualche giorno fa, in campo, la sua squadra gli fece un saluto speciale affinché il ragazzo possa riprendersi in fretta ma ancor più grande è stato il gesto degli abitanti del Rione 219 che hanno richiesto, attraverso i social, whatsapp e con l’aiuto dei negozianti, di evitare i fuochi d’artificio la notte di San Silvestro.

“Invito – si legge in uno dei tanti messaggi – tutti gli abitanti del Rione 219 ad evitare fuochi d’artificio la notte del 31 dicembre in segno di rispetto e sostegno per il nostro fratello-figlio-nipote Lello Santagata, che abbiamo visto crescere. Ci auguriamo che ritorni al più presto a sorridere”. 

La squadra di Monte San Giusto (Macerata)  che milita in serie D scrive sui social:

“La Sangiustese si stringe idealmente a lui e alla sua famiglia in un sentito abbraccio, augurandogli di lottare come un leone anche in questa battaglia, come ha sempre fatto con i colori rossoblù in campo”.

Laura Barbato

Commenti

commenti