Benvenuti nella Terra di Nessuno: ancora una volta la cittadina è preda degli incivili

 

A causa dei molti impegni a cui l’amministrazione ha dovuto far fronte per debellare il virus, sembra che ci si sia dimenticati totalmente delle piaghe che da anni affliggono Melito.

Melito. Tra telecamere e guardie ambientali: l'amministrazione resta alle promesse

La cittadina melitese, ormai, sembra essere diventata terra di nessuno, succube di promesse mai mantenute e vittima di scenari utopici di cui vantarsi.

Nel corso degli anni, tutte le amministrazioni che si sono susseguite hanno sempre cercato di limitare al minimo soprattutto il problema dei rifiuti, promettendo mari e monti.

In particolar modo, si è sempre parlato dell’arrivo dell’esercito per controllare le zone più “a rischio”, dell’arrivo delle guardie ambientali (che sarebbero dovute giungere a Melito lo scorso novembre) e dell’installazione delle telecamere nei punti nevralgici (promessa fatta sempre lo scorso novembre ma mai mantenuta).

Qualche anno fa queste fatidiche telecamere furono messe in funzione per qualche tempo ma, purtroppo o per fortuna, venivano controllate da chi non aveva né la capacità né le competenze tecniche per prendere provvedimenti seri.

Sembra, dunque, che negli anni si siano susseguiti una serie di fallimenti, non solo etici ma anche civili ed ambientali, ciò nonostante sembra che, però, il raggiungimento del 537esimo posto nella classifica dei comuni Ricicloni, con solo 13 comuni peggiori, sia un motivo di vanto  (forse perché tra 50 anni potremmo essere al 500esimo posto? Chissà), dimenticando che si tratta di una sconfitta e, soprattutto, negando spudoratamente che la situazione a Melito peggiora di giorno in giorno.

Passeggiando per le strade melitesi, come ha affermato qualcuno, ci si potrebbe riarredare la casa: poltrone, cassettiere, comò, comodini, frigoriferi e ogni genere di rifiuti ingombranti riversano in ogni angolo della città ma sembra che di ciò se ne accorgano solo i cittadini.

Melito. Tra telecamere e guardie ambientali: l'amministrazione resta alle promesse

Ormai viviamo in un paese allo sbaraglio e alcuni cittadini credono che l’amministrazione abbia altre cose a cui pensare, ma cosa?

Commenti

commenti