Mercoledì il Sindaco di Melito, Antonio Amente, dopo lo scorso sciopero dei dipendenti e lo spettro di una nuova rimostranza, in una riunione congiunta, ha elaborato, in collaborazione con i sindacati, una determinata che riequilibrasse la serenità della macchina comunale con le spettanze dovute in termini di buoni pasto ai dipendenti comunali.

Il documento firmato ieri pomeriggio dal responsabile di settore ha previsto il riaffidamento della prestazione dei buoni pasto, tramite una gara che preveda l’erogazione del servizio arretrato a gennaio 2019 fino ad oggi.

La riunione ha anche garantito che i problemi presentati negli ultimi mesi rientreranno al fine di non creare più spiacevoli situazioni che possano compromettere il servizio ai cittadini e il funzionamento della macchina comunale.

La situazione però non sembra essere migliorata per i dipendenti appartenenti alla categoria dei socialmente utili ormai da anni in lotta per ricevere i loro diritti e per essere completamente assorbiti come dipendenti essendo gli stessi da supporto agli impiegati comunali che risultano essere meno di quanto dovrebbero in una pianta organica sotto stimata.

 

Teresa Barbato

In allegato la determina in questione:

determina 1

determina 2

determina 3

determina 4

 

 

 

Commenti

commenti