Il consigliere Valentina Rella, eletta alle scorse elezioni amministrative con la lista “Per Melito a testa alta”, ha rassegnato le dimissioni da consigliere comunale

Di seguito la sua missiva ai cittadini melitesi sul social:

Le motivazioni di una scelta: le mie dimissioni!

Ho iniziato quest’avventura nel 2017, sono stata eletta grazie al sostegno di circa 300 persone che hanno creduto in me, creduto di essere rappresentate in maniera leale, sincera, concreta.

Amo la politica, amo essere la voce del mio popolo, ma non essere un Numero.

Io e le persone che rappresento siamo esseri umani, siamo rappresentanti di problematiche, siamo speranza, siamo futuro…..siamo tutto questo, ma non saremo mai un numero nella tombola.

Ho resistito fino a che le mie promesse fossero esplicate, ma oggi ho la consapevolezza di comprendere che non ci sono più le condizioni per continuare.

Sarebbe stato più semplice sedere tra i banchi dell’opposizione, ma la via semplice, quella comoda, non fa per me.
Io guardo la vita con pochi colori: il bianco e il nero, di sfumature possono esserci, ma mai le userei per una poltrona che ora sta stretta a me e alla mia città.

Ringrazio il Sindaco, nel bene e nelle controversie mi ha fatto toccare con mano la realtà di cos’è la politica e scegliere come decidere di rappresentarla.

Fiera e certa , che coloro che mi hanno dato fiducia prima, apprezzeranno la mia scelta, per essere più forti domani.

Non siederò più tra quei banchi, ma sarò sempre pronta e disponibile dinanzi alle vostre problematiche.

Con stima e affetto, Valentina Rella

Melito - il consigliere comunale Valentina Rella

Cosa succede ora?

Le dimissioni sono irrevocabili, non necessitano di presa d’atto e sono immediatamente efficaci. Il consiglio, entro e non oltre dieci giorni, deve procedere alla surroga del consigliere dimissionario (sull’ordine temporale delle deliberazioni di surroga si veda Consiglio di Stato – V Sezione, 17 luglio 2004, n. 5157).

Il seggio che per qualunque causa rimane vacante durante il quinquennio è attribuito al candidato che nella medesima lista segue immediatamente l’ultimo eletto (articolo 73, comma 1, della legge regionale 19/2013).

Commenti

commenti