Cosa bisogna fare affinché per i piccoli studenti melitesi torni tutto alla normalità?

 

Bagni e impianti di riscaldamento guasti, doppi turni, cos’altro devono subire i piccoli studenti di Melito?

Le cattive notizie, a quanto pare, non giungono mai da sole: dopo il servizio di Luca Abete inerente alle condizioni in cui riversa l’edificio scolastico “Tenente Luigi Mauriello”, questa mattina il II Circolo Didattico “Giovanni Falcone” è stato chiuso. Gli scolari, giunti a scuola, sono stati rimandati a casa a causa di un problema idrico che si reiterava da alcuni giorni.

Dopo mesi di didattica a distanza, i bambini hanno, anzi avevano, finalmente ricominciato la scuola in presenza, ritornando ad una specie di normalità ma purtroppo questa normalità è durata veramente poco. Dopo mesi di chiusura, il rientro a scuola sarebbe dovuto essere in sicurezza e i plessi sarebbero dovuti essere controllati ma sul territorio melitese ciò non è avvenuto.

La scuola Tenente Luigi Mauriello, dopo un anno e mezzo di chiusura, è stata nuovamente chiusa a causa di un guasto all’impianto di riscaldamento, che ha costretto il sindaco FF ad emanare un’ordinanza di chiusura; i bambini del III Circolo Didattico Antonio De Curtis sono costretti ai doppi turni e, stamane, gli studenti del II Circolo Giovanni Falcone sono stati rimandati a casa per un guasto idrico.

La presenza di Luca Abete sul territorio ha scatenato molte polemiche ma, a quanto pare, nonostante la pessima figura fatta in televisione, in “mondovisione”, nulla è cambiato. Cosa bisogna fare affinché per i piccoli studenti melitesi torni tutto alla normalità?

I genitori chiedono spiegazioni, provano vergogna, addirittura pena, nei confronti dell’incapacità e del disinteresse di chi è chiamato a garantire il funzionamento della cosa pubblica.

 

Commenti

commenti