Il video del netturbino che questa mattina ha mischiato i rifiuti, in una traversa di Corso Europa, sta facendo il giro delle pagine dedicate alla cittadina melitese.

Nel video si nota l’uomo che, una volta sceso dal camion, raccoglie umido e cartone e li getta nel furgone: non ci sarebbe nulla di strano se a Melito non vigesse la regola della raccolta differenziata.

Come dichiarato dalla Buttol srl “Sembra che si sia trattato di un caso isolato”.

Per quanto possa essere un caso isolato, i cittadini si sono chiesti perché nessuno prenda provvedimenti e perché si continui a stare in silenzio di fronte a tale scempio.

La Redazione ha, quindi, sentito l’Assessore all’ambiente, Giuseppe Chiantese, il quale ha dichiarato quanto segue:
“Il problema fondamentale dell’EMERGENZA RIFIUTI che oggi rappresenta la realtà di Napoli e provincia dovuta dai rallentamenti agli Stir di conferimento è la mancata raccolta differenziata da parte di quattro zone del paese; parliamo dei due comparti della 219, il parco Monaco di corso Europa ed il parco  di via Giulio Cesare n. 118 cosiddetto PARCO PADRE PIO.
Il periodo di “Emergenza rifiuti ” lo stiamo gestendo in maniera egregia e lo dimostra il fatto che nelle zone dove si differenzia non ci sono accumuli di rifiuti o ritardi nella raccolta da parte degli operatori.
Una prossima risposta alla cittadinanza la daremo con l’installazione delle telecamere nei punti strategici dove avvengono gli sversamenti illegali e continueremo a monitorare il territorio con l’ausilio delle forze dell’ordine per evitare che  i teppisti di turno incendino i cumuli di rifiuti i quali provocano consequenziali roghi tossici che avvelenano l’aria che respiriamo, salvaguardando così la salute dei nostri concittadini.”

(video preso dalla pagina Facebook Trasparenza per Melito)

Laura Barbato

Commenti

commenti