Sabato 4 maggio, il dirigente della scuola paritaria “la Montalcini”, Michele Pisani, con la collaborazione delle insegnanti e degli alunni, ha organizzato uno spettacolo teatrale, nel teatro della Chiesa “Casa Regina Mundi” (Melito/Scampia), avente come tema centrale Napoli. L’istituto, che da qualche anno ha cambiato gestione, ha tutta la ferma intenzione di creare una vera scuola partecipativa, infatti, grazie ai costi ridotti che la messa in scena ha richiesto, potranno prendervi parte tutti gli alunni: un chiaro richiamo a quanto richiesto dal Ministro dell’Istruzione, Marco Bussetti, essendo l’istruzione un diritto per tutti.
Le musiche saranno quelle di Renato Carosone, ci saranno piccoli sketch napoletani e balli.
Lo scopo dello spettacolo è quello di tramandare e trasmettere ai più piccoli e ai più grandi la cultura, la tradizione e la lingua napoletana.

La preparazione dello spettacolo ha visto gli alunni impegnati circa 5 mesi e grazie al duro lavoro e alla tanta pazienza del coreografo e ballerino, Carmine, si è riuscito a montare uno spettacolo degno di nota che è riuscito a coinvolgere gli scolari non solo fisicamente ma anche emotivamente. I genitori degli alunni, per collaborare alle spese, tra cui la sceneggiatura, l’offerta per l’ospitalità della chiesa e servizio pulmino, hanno dovuto pagare una piccola quota di partecipazione.
All’inizio dello spettacolo i fanciulli della materna lasceranno il nido, con una piccola cerimonia, per iniziare un nuovo percorso nella scuola primaria, mentre al termine ci sarà una sorpresa per omaggiare le mamme per la loro festa.

Laura Barbato

Commenti

commenti