I box interessati dal provvedimento e l’area bar continueranno ad operare anche per salvaguardare gli oltre 50 lavoratori coinvolti

Rinviato lo sgombero del mercato ortofrutticolo di corso Europa di Melto. La recente delibera del Commissario, Francesco Antonio Cappetta, con i poteri della Giunta Comunale del 07 marzo ha delineato un percorso volto a conciliare la necessità di regolarizzare la situazione con l’importanza di non compromettere l’attività economica e sociale svolta all’interno del mercato. 

Il provvedimento dirigenziale adottato in data 14 febbraio 2024 e notificato in data 15 febbraio 2024, che ordinava lo sgombero degli stalli occupati “sine titulo” nel mercato ortofrutticolo, ha suscitato una serie di reazioni da parte degli interessati. Attraverso una nota pervenuta il 22 febbraio 2024, a firma del legale rappresentante dei commercianti, i destinatari dei provvedimenti hanno chiesto di consentire loro la permanenza fino al termine delle procedure di assegnazione dei posteggi, impegnandosi a versare una quota dell’importo dovuto e a rateizzare il restante.

La richiesta ha evidenziato l’importanza strategica del mercato ortofrutticolo nel contesto economico locale, sottolineando il coinvolgimento di cinquanta persone a vario titolo, per le quali la cessazione dell’attività costituirebbe un grave pregiudizio economico. Tenendo conto di queste considerazioni e della necessità di condurre le procedure di regolarizzazione con la massima diligenza, l’Amministrazione Comunale ha deciso di aderire alla proposta degli operatori, fatta eccezione per il bar, rinviando le operazioni di sgombero al 31 maggio 2024.

Tuttavia, è fondamentale sottolineare che – come precisato nella delibera – il rinvio delle operazioni di sgombero non costituisce alcuna forma di sanatoria, e la situazione di occupazione illegittima resta invariata. Inoltre, rimangono pienamente vigenti i provvedimenti adottati per contrastare l’abusivismo nel mercato ortofrutticolo e le relative infrazioni accertate. È stato inoltre deciso di avviare le procedure per la costituzione della Commissione mercatale, la nomina del Direttore del Mercato e la pubblicazione di un bando pubblico per l’assegnazione dei posteggi secondo i requisiti previsti dalla normativa vigente.

 

 

Commenti

commenti