Il numero dei contagi è troppo alto: le scuole melitesi faticano a riaprire

 

Visto l’alto numero di contagi presenti sul territorio melitese, il Sindaco, Antonio Amente, ha emesso un’ordinanza sindacale con cui ha rimandato dal 23 novembre al 3 dicembre la riapertura delle scuole presenti sul territorio melitese.

Covid-19, Melito. L'ordinanza n.61 rimanda l'apertura delle scuole

La dichiarazione è arrivata a mezzo social:

“Nella serata di ieri il sindaco facente funzioni, Luciano Mottola, insieme ai capigruppo consiliari hanno tenuto una video-riunione per scegliere la linea da seguire per contrastare l’emergenza Covid nella nostra città.

Particolare rilevanza hanno avuto i numeri indicati nell’ultimo report dell’Asl Napoli 2 Nord, dove Melito risulta essere la seconda città dell’area metropolitana più colpita dal virus.

Con un melitese su 41 positivo al Coronavirus è stato ritenuto opportuno non riaprire le scuole almeno fino al prossimo 3 dicembre, quando dovrebbe cadere il vincolo della zona rossa per la Campania (salvo proroghe).

Una scelte difficile ma di assoluto buon senso in un momento particolarmente critico per Melito, che, unita ad altri provvedimenti, dovrebbe consentire una diminuzione della curva dei contagi sul nostro territorio.

Nelle prossime ore saranno rese note anche le ulteriori restrizione previste dall’ordinanza sindacale n. 61, figlia della totale condivisione tra amministrazione comunale, gruppi consiliari di maggioranza e minoranza ed associazioni di categoria, in un momento delicato per Melito, dove le divisioni politiche lasciano saggiamente spazio all’unità di intenti e alla cooperazione”.

Commenti

commenti