La vita è un diritto inalienabile: tutti uniti per Rosanna

La storia della piccola Rosanna, bambina melitese di 16 mesi, affetta da SMA, una rara malattia genetica neuromuscolare, ha fatto sì che tantissime persone (melitesi e non) mostrassero la propria generosità.

I genitori della bambina, cinque giorni fa, hanno fatto partire una raccolta fondi a cui stanno partecipando proprio tutti: concittadini, vip e persone di tutta Italia.

Ad oggi dei 2mln di euro necessari, sono stati raccolti 141.656 euro, una cifra consistente ma non abbastanza alta per garantire le cure della piccola.

Ghoulam Faouzi, calciatore della SSC Napoli, ha donato 10 mila euro per la piccola, ma sono solo i calciatori ad avere un grande cuore.

Di fatti, Giannino Web, noto commerciante melitese, ha deciso di organizzare un’asta benefica per la piccola Rosanna per il giorno 12 gennaio alle ore 21.

La redazione di Melitonline ha voluto, per questo motivo, intervistarlo.

Da quanto tempo esiste il suo negozio sul territorio melitese?

L’attività di famiglia è sul territorio melitese da 47 anni.

Durante il COVID-19 ci ha fatto compagnia, facendoci sorridere con la sua simpatia, ma come le è venuta l’idea della vendita online, attraverso le dirette Facebook?

 

L’idea è nata a marzo durante il primo lockdown, quando ci è stata imposta la prima chiusura e, siccome ero a casa senza fare niente e sapevo che gli affari sarebbero stati pochi, ho deciso, in maniera scherzosa, con i miei amici del web di iniziare a vendere borse e valigie per gioco.

Dallo scherzo è nato un nuovo modo per me di vendere.

Ci sono stati buoni profitti?

Certamente! Ho avuto discreti guadagni riuscendo a spedire i miei prodotti in tutta Italia.

Come è nato il suo soprannome?

Il mio soprannome è nato scherzando con i miei amici.

Come mai hai deciso di organizzare un’asta benefica per Rosanna?

Avevo in mente questa iniziativa già da diversi giorni e stamattina, dopo aver parlato con il presidente dell’AICAST, Antonio Papa, ho deciso di organizzarla ufficialmente.

Chi mi conosce sa che ho un gran cuore e non potevo restare indifferente questa notizia e, così, martedì, con una base d’asta di zero euro, venderò i miei pezzi più belli a favore di una bambina che ha tutto il mio appoggio, essendo un’adulta del domani.

Il ricavato, ovviamente, sarà devoluto interamente in beneficenza.

 

La vita è un diritto inalienabile e, per questo motivo vi invitiamo (concittadini, politici, commercianti tutti) a continuare donare per dare una speranza alla nostra piccola concittadina Rosanna.

 

Teresa Barbato

 

Commenti

commenti