Era il 15 dicembre quando a Melito si stava per ufficializzare il passaggio alla Lega Nord da parte di 13 membri della maggioranza, tra cui Antonio Amente, il vicesindaco Luciano Mottola, 3 assessori e 8 consiglieri.

La manovra era tesa alla candidatura a consigliere regionale di Cosimo Amente.

Ad oggi, come riportato dal quotidiano stylo24, l’amministrazione Amente avrebbe idealizzato un avvicinamento a Matteo Renzi e al suo progetto “Italia Viva”.

Il sindaco Amente ha però voluto smentire qualsiasi voce a riguardo:
“Smentisco categoricamente ogni tipo di contatto con Italia Viva. Insieme a 7 consiglieri, il Presidente del Consiglio, il Vicesindaco e 3 assessori, abbiamo fatto da tempo una scelta ben precisa e non indietreggeremo di un centimetro.
Abbiamo sposato il progetto Lega da più di un anno, ottenendo risultati inimmaginabili. Solo pochi mesi fa Melito si è dimostrata la città più leghista della provincia di Napoli, dopo San Giusepoe Vesuviano, e continueremo su questa  scia anche con i prossimi appuntamenti elettorali.
Siamo sempre più convinti della scelta fatta.
L’unico Matteo che ci rappresenta è Salvini e siamo onorati di percorrere la sua stessa strada verso il cambiamento”.

Laura Barbato

Commenti

commenti