La Presidente della Commissione Trasparenza dai carabinieri per denunciare il fatto a nome di tutti i consiglieri componenti della commissione

La Commissione Trasparenza è composta da: D. Pellecchia (presidente) e dai consiglieri comunali N. Marrone, A. Guarino, R. Mungiguerra, P. Di Munno, M. Grande, P. Chiantese (questi ultimi due assenti in questa riunione – ndr).

Il fatto: mentre si era in riunione della commissione trasparenza, c’è stata “una invasione di campo” da parte di un familiare della consigliera comunale Di Munno, prima eletta nelle liste del candidato sindaco Nunzio Marrone e poi passata in maggioranza con l’eletto sindaco Mottola.

La richiesta era questa: avere la “giustifica lavorativa” per il rimborso e quindi disattendere la proposta della fascia tricolore, fatta in uno dei primi consigli comunali, di convocare le commissioni in orari non lavorativi in modo tale da non gravare sulle disastrate casse del comune. Proposta che fu accolta all’unanimità da tutti i consiglieri presenti all’assise.

Ora, si vede che i conti non tornano nelle tasche di alcuni consiglieri ed ecco che è montato lo “scontento” e sono volate parole grosse con insulti e offese ad alcuni membri della commissione.

Terminata in questo modo la riunione, la presidente Pellecchia si è recata, anche a nome degli altri componenti, nella vicina caserma dei carabinieri per sporgere denuncia.

Commenti

commenti