Senza una sede dal post-covid, gli associati hanno deciso di destinare i fondi ai lavori di manutenzione. Don Carmine Autorino: “Auguro un futuro sereno alle Amministrazioni locali per inaugurare una nuova sede”

Il Centro Sociale Anziani di Melito ha devoluto alla Parrocchia Santa Maria delle Grazie la somma di 1590 euro da destinare ai lavori straordinari di manutenzione delle coperture della cappella del patrono Santo Stefano e di tutte le superfici. L’ammontare della donazione corrisponde al fondo cassa che il Centro Anziani ha accumulato fino alla chiusura della sede di piazza Santo Stefano, ospitata nei locali dell’ex palazzo comunale. Una vicenda che le amministrazioni – dal post covid in poi – non hanno risolto nonostante diverse sollecitazioni e aperture. Gli associati, infatti, hanno più volte denunciato l’assenza di un punto di ritrovo per gli anziani, riferendo di un sostanziale immobilismo da parte delle istituzioni. In attesa che la situazione possa trovare una soluzione, il Direttivo ha deciso di dare un contributo alla parrocchia, bene della comunità, e a sostenere le iniziative del nuovo sacerdote, don Carmine Autorino

“Nel ringraziare il Direttivo con tutti i soci del pensiero gentile avuto a sostegno della nostra Chiesa Madre, autentico lavoro di architettura settecentesca della nostra amata città di Melito – ha scritto in una nota il parroco – auguro un futuro sereno alle Amministrazioni locali per inaugurare una nuova sede del Centro Anziani e permettere a tutti i soci, e a coloro che vorranno unirsi, un luogo degno e accogliente di fraternità”, ha concluso. 

Don Carmine Autorino nelle scorse settimane ha avviato una raccolta di offerte per la ristrutturazione della Chiesa Madre tra i fedeli della città. Un lavoro necessario dopo decenni di incuria che hanno compromesso la struttura e le opere in essa contenuta. 

Commenti

commenti