Come bisogna comportarsi di fronte a questa situazione di degrado?

 

Sembra che il disagio delle Poste di Melito sia un luogo comune.

In seguito ad un nostro articolo, sui social sono arrivate tantissime testimonianze, così come tanti commenti negativi.

Chi ha raccontato il suo “episodio” è una persona che frequenta l’ufficio postale, con l’emergenza Covid-19 oppure no, e lo scopo del precedente articolo era quello di far conoscere il disagio di passare 5 ore in fila, al freddo e sotto la pioggia.

Repentine sono state altre testimonianze.

Una cittadina di Melito ha raccontato di essere stata quasi costretta ad aprire una PostePay a Benevento, in ufficio postale dove tutto scorre regolarmente, senza risse, schiamazzi e bestemmie.

Ha dichiarato che, secondo lei, Melito è un paese allo sbaraglio, alla mercé degli ignoranti. 

“Fa ancora più rabbia però, racconta, arrivare in Posta con la prenotazione e beccarsi parole poco gentili”.

Altri, invece, dichiarano di essere inferociti perché non è possibile che una persona che lavora non riesce ad andare alla Posta perché a mezzanotte le persone iniziano ad andare a “prenotarsi” fuori l’ufficio postale, arrivando alle 7.30 che ci sono già centinaia di persone.

Ormai la domanda che ci si pone all’unisono è: a chi bisogna rivolgersi? Come bisogna comportarsi di fronte a questa situazione di degrado? 

Commenti

commenti