Chi l’ha rubata aveva le chiavi?

Ha dell’incredibile ciò che è accaduto nel municipio melitese.

La vicenda vede come protagonisti gli ausiliari del traffico, addetti al controllo delle aree di sosta a pagamento sul territorio di Melito, che sono stati vittime del furto della bici elettrica di cui si servono per lavorare.

Secondo la testimonianza in sede di denuncia, nel momento del furto il veicolo era “parcheggiato” come al solito nella stanza al piano terra della casa comunale, dove sono ospitati gli ausiliari del traffico.

Fin qui non ci sarebbe nulla di male ma il giallo si è infittito quando è stato dichiarato che né la porta né le finestre avrebbero mostrato segni di effrazione.

A rincarare la dose, un’altra traccia: il dispositivo gps del veicolo è stato ritrovato a diversi chilometri di distanza, come se fosse stato gettato via dopo essere stato bruciato.

Che si sia trattato di un furto su commissione? O, ancora più grave, che il “ladro” abbia le chiavi della stanza?

Ma la casa comunale non ha le telecamere?

Questi, però, sono dati non pervenuti su cui sta indagando chi di dovere.

Commenti

commenti