Sabatino Pellegrini, 51enne già noto alle forze dell’ordine e appartenente al clan Mallardo, è stato arrestato a Melito al termine delle indagini avviate diverso tempo fa.

L’uomo avrebbe estorto a un imprenditore il provento illecito dell’usura perpetrata da Gennaro Trambarulo, cognato del 51enne e ritenuto anch’egli contiguo al clan Mallardo, arrestato il 5 novembre scorso dai carabinieri di Castello di Cisterna insieme alla compagna, Carmela Pellegrini, perché ritenuti responsabili di truffa aggravata, estorsione continuate, aggravate dal metodo mafioso, ai danni di due imprenditori ed era proprio Pellegrini ad occuparsi del recupero crediti.

L’uomo, sottrattosi lo scorso 8 novembre ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip del Tribunale di Napoli, è stato scovato in un’abitazione a Melito e alla vista dei carabinieri, il 51enne non ha opposto resistenza e nel covo sono stati sequestrati due telefoni cellulari, che serviranno per approfondire le indagini.

Commenti

commenti