Bando di mobilità volontaria per rafforzare la macchina comunale: l’avviso per tamponare la carenza di personale

Negli ultimi decenni di storia amministrativa di Melito la mancanza cronica di personale ha rappresentato una delle tante macerie lasciate da decenni di gestione della cosa pubblica. L’espansione urbana senza criterio negli anni ’90, a cui non ha fatto seguito l’adeguamento della pianta organica, continua a mostrare i propri segni ed ha raggiunto negli ultimi anni dimensioni tali da mettere in discussione l’erogazione dei più elementari servizi al cittadino.

Per far fronte a questa emergenza, la commissione straordinaria, presieduta dal Dott. Francesco Antonio Cappetta, ha deciso di agire per tamponare in parte la carenza di personale in due settori cruciali: Polizia Municipale e Servizi Sociali. E’ stato pubblicato nelle scorse ore un bando di mobilità volontaria ai sensi dell’art. 30 del D.Lgs. n. 165/2001. con l’obiettivo chiaro di reclutare nuove energie per colmare le lacune vitali nel personale comunale. L’avviso è indirizzato a dipendenti in servizio presso altre amministrazioni che facciano domanda di trasferimento. 

Le figure ricercate

Il bando mira a coprire una serie di posizioni cruciali equamente divisi tra i due settori:  1 posto appartenente all’area dei funzionari di vigilanza (ex categoria d ), 5 posti appartenenti all’area dei funzionari profilo sociale (ex categoria d)  n° 4 posti appartenente all’area degli istruttori di vigilanza (ex categoria c istruttore vigilanza) (ccnl 16/11/2022), a tempo pieno ed indeterminato.

L’iniziativa non è solo una risposta immediata – seppur insufficiente – alla carenza di personale, ma un passo che segna il percorso da intraprendere per il futuro, quando la politica tornerà a prendere il posto della gestione commissariale. 

 

Commenti

commenti