Crolli al cimitero di Melito, notificati oltre 800 avvisi

 

 

Non trovano pace neanche i defunti del cimitero di Melito di Napoli che, in seguito al ratto di acquasantiere, portalumini e cornici di ottone, a causa del rischio crolli, possono essere onorati soltanto da lontano.
Già poco tempo fa un’intera fila di nicchie, fortunatamente vuote, è crollata nella zona dell’ex ampliamento.

Questa situazione ha costretto la Polizia Municipale a notificare circa 800 avvisi ai concessionari per la messa in sicurezza dell’ex ampliamento dell’area cimiteriale, dove i lastroni di copertura dei loculi sembrano aver perso di consistenza probabilmente a causa dell’utilizzo, a suo tempo, di materiale non idoneo. Il deterioramento potrebbe essere causato anche dalle continue vibrazioni dovute dal passaggio di veicoli all’esterno dell’area cimiteriale che, col tempo, hanno causato il suddetto deterioramento.

Cimitero di Melito di Napoli

Stando alle notifiche pervenute ai concessionari e agli usufruttuari, spetterebbe a ciascuno di loro la riparazione dei marmi e, intanto, la ditta che ha in concessione l’area cimiteriale ha avviato i lavori straordinari.

Cimitero Melito

Commenti

commenti