Continua la cementificazione abusiva a Melito

Edifici realizzati in quattro e quattr’otto, mansarde adibite ad abitazioni, case mai candonate: è questa la situazione che da anni affligge Melito. La lunga storia dell’abusivismo melitese comprende anche l’ormai nota “sentenza Guerra”, costruiti in zone non edificabili.

Melito di Napoli - p.co Guerra corso Europa

Solo un mese fa, nel corso di un’indagine condotta dalla Polizia Municipale, furono sequestrati 25 box auto all’interno di una nota zona residenziale; la stessa sorte è toccata poco più di due settimane fa ad un intero cantiere edile abusivo tra Melito e Scampia, sequestrato dagli stessi agenti.

Con l’arrivo della stagione estiva ma, soprattutto, con il vuoto amministrativo degli ultimi mesi, questo fenomeno non fa che aumentare e gli edifici, soprattutto nelle zone più periferiche, sorgono improvvisamente durante la notte.

Si spera che gli enti preposti vigilino su questa situazione per ridurre “l’urbanizzazione selvaggia” in una città fin troppo cementificata.

La legge contro l’abusivismo

L’art. 44 del T.U. dell’edilizia stabilisce che, salvo che il fatto costituisca più grave reato e ferme le sanzioni amministrative, si applica:

  • l’ammenda fino a 10.329 euro per l’inosservanza delle norme, prescrizioni e modalità esecutive previste dal presente titolo, in quanto applicabili, nonché dai regolamenti edilizi, dagli strumenti urbanistici e dal permesso di costruire;
  • l’arresto fino a due anni e l’ammenda da 5.164 a 51.645 euro nei casi di esecuzione dei lavori in totale difformità o assenza del permesso o di prosecuzione degli stessi nonostante l’ordine di sospensione;
  • l’arresto fino a due anni e l’ammenda da 15.493 a 51.645 euro nel caso di lottizzazione abusiva di terreni a scopo edilizio, come previsto dal primo comma dell’articolo 30. La stessa pena si applica anche nel caso di interventi edilizi nelle zone sottoposte a vincolo storico, artistico, archeologico, paesistico, ambientale, in variazione essenziale, in totale difformità o in assenza del permesso.

 

Commenti

commenti