La giovane è stata sottoposta ad un delicato intervento chirurgico in seguito al violento impatto avvenuto nella centralissima via Roma

Nei giorni in cui Melito esulta per Sasy, il 17enne ferito a capodanno da un petardo finalmente fuori pericolo, resta ancora altissima la preoccupazione per un’altra adolescente del territorio che viaggiava in un’auto coinvolta in un gravissimo incidente a fine dicembre. Purtroppo da allora la 15enne è ancora ricoverata al Cardarelli ed a causa delle gravi ferite riportate nel sinistro ha recentemente subito anche un delicato intervento chirurgico.

Secondo la prima ricostruzione del sinistro avvenuto la sera del 27 dicembre 2023, in Via Roma, all’altezza dell’incrocio con via Verdi, intorno alle ore 22:30, una minicar a bordo della quale viaggiava la giovane 15enne con una coetanea alla guida, dopo aver percorso Via del Lago Maggiore, strada a senso unico che dal Corso Europa conduce su Via Roma, si immetteva su quest’ultima per proseguire in direzione “Colonne” e veniva urtata da una berlina – una Ford Puma con a bordo un ragazzo ed una ragazza – che parimenti si dirigeva verso la fine del Corso principale di Melito in direzione Giugliano.

L’impatto

L’impatto tra le due auto sarebbe stato violento al punto da richiamare l’attenzione di residenti, passanti e numerosi curiosi immediatamente accorsi sul luogo dell’incidente dove immediatamente intervenivano i carabinieri, i vigili del fuoco ed una ambulanza. Da subito apparve evidente che ad avere la peggio erano state le due adolescenti nella minicar. Dimessa con ferite meno gravi la conducente, veniva immediatamente ricoverata, invece, la 15enne che viaggiava come passeggero, avendo riportato un trauma cranico, diverse fratture e ferite al volto che le venivano subito suturate. L’ impatto con la Ford sembrerebbe essere avvenuto proprio all’altezza del posto passeggero dove lei si trovava.

Si è trattato di un gravissimo incidente, non il primo che si registra sulla stessa arteria ma sicuramente un evento che tiene col fiato sospeso da settimane familiari ed amici della giovane G. – che ancora non sanno quando la ragazza potrà tornare alla sua quotidianità – e del quale ancora oggi si discute perché quello della sicurezza stradale sia sul piano nazionale che locale è un tema prioritario. Molte le segnalazioni dei residenti delle principali arterie cittadine che denunciano una sostanziale impunità e l’assenza di controlli, specialmente nelle ore notturne. 

 

Commenti

commenti