È di pochi minuti fa la notizia di altri due contagiati

Il sindaco Antonio Amente lo ha comunicato attraverso un post sui social:

“Avevo denunciato più volte i ritardi per l’effettuazione dei tamponi e quest’oggi ne abbiamo avuta l’ennesima dimostrazione.

Due nostri concittadini (marito e moglie) tre settimane fa avevano riscontrato sintomi compatibili con il coronavirus.

Febbre, tosse e problemi di respirazione, con i quali i due coniugi hanno dovuto fare i conti per una settimana, senza che venisse effettuato il tampone per verificare il possibile contagio.

Da una decina di giorni i due nostri concittadini non accusavano più alcun sintomo, ma precauzionalmente sono restati in casa, evitando qualsiasi contatto con l’esterno.

Venerdì pomeriggio l’Asl li ha contattati per dare seguito alla richiesta di tampone inviata dal medico curante della coppia nei giorni in cui questi erano stati male.

Questa mattina è arrivato il responso: i due nostri concittadini sono risultati entrambi positivi, ma hanno preso la notizia con un gran sorriso.

Per loro il tempo della paura è passato da un pezzo e, sentendosi bene, hanno voluto sdrammatizzare la situazione. In attesa di un nuovo tampone, questa volta, negativo, che possa riaprire loro la strada della normalità.

Nell’attesa resteranno in casa, lì dove dovete restare tutti voi fino a quando quest’incubo non sarà finito.”

Commenti

commenti