L’amichetta ha il femore rotto ma sta bene

Il padre dell’amica di Maya Gargiulo, la quindicenne deceduta a seguito dell’incidente stradale del 7 Agosto scorso a Piazza Carlo III a Napoli, racconta che la figlia, nonostante abbia femore e costole rotte, stia bene e sia ancora viva.

La smart che ha fatto “volare” per ben 50 metri le due ragazzine era guidata da un 21enne negativo ai test tossicologici.

Mimmo, il papà dell’amichetta di Maya, afferma:”Si è fermato, ha provato a soccorrerle, ha chiamato la polizia; so che non voleva farlo, non lo odio; però per il volo che hanno fatto le ragazze andava davvero veloce; c’è un incrocio, uno stop, delle strisce; non ha nemmeno rallentato”.

Tra i residenti della zona, una commerciante, in merito al fatto che i semafori siano perennemente spenti, dichiara :”Sono in questo stato da 30 anni”.

 

Commenti

commenti