No alla reindustrializzazione

 

Mentre sono “work in progress” gli scioperi del 17 e 20 Luglio, gli operai Whirpool, sono scesi di nuovo in strada a manifestare dopo aver discusso in mattinata con i sindacati.

Gli operai si sono diretti, dopo aver lasciato la fabbrica, verso via Argine, manifestando in maniera pacifica, mostrando uno striscione con scritto “Whirlpool Napoli”e indossando le t-shirt con scritto “Whirlpool Napoli non molla”.

“Se non abbiamo accettato il “pacco” di Whirlpool non accetteremo quello del Governo; nessuna reindustrializzazione, ma conferma dell’accordo”, dichiarano i manifestanti.

L’accordo prevedeva investimenti per 17 milioni di euro per il rilancio del sito produttivo di Napoli est ed era stato sottoscritto dalla multinazionale americana nell’ottobre del 2018 con il Ministero dello Sviluppo economico, sebbene l’azienda, a quanto pare, non abbia intenzione di rispettare il patto.

 

 

Commenti

commenti