“Vogliamo la scuola in presenza”, genitori e insegnanti uniti contro la DAD

Da, ormai, una settimana gli studenti della Regione Campania hanno ricominciato a studiare a distanza, attraverso l’uso di pc, tablet e telefoni.

Ciò è causato dall’aumento dei casi di Covid-19 che sta preoccupano i vertici della regione e del governo che hanno deciso di limitare al minimo gli spostamenti dalla propria abitazione.

Per questo motivo, il giorno 28 ottobre, alle ore 10, si terrà un flashmob presso Palazzo Santa Lucia, a Napoli, contro la didattica a distanza.

 

Vogliamo la scuola in presenza

Vogliamo la scuola in presenza

È richiesta la partecipazione di tutti, insegnanti e genitori, affinché si possa ritornare alla didattica in presenza ma sarà obbligatorio il distanziamento e l’utilizzo della mascherina.

 

Commenti

commenti