“Sono innamorata di lei e non ho più paura”

 

Malika è una 22enne originaria di Castelfiorentino in provincia di Firenze che negli ultimi giorni è stata intervistata da varie testate giornalistiche, tra cui Fanpage.

Il motivo per cui è la storia di Malika è salita agli onori della cronaca, è che la ragazza è stata disconosciuta dai propri genitori perchè omosessuale.

La giovane, lo scorso gennaio, aveva comunicato tramite una lettera la sua relazione con una coetanea, ma i genitori, ed in particolare la madre, non avevano preso bene la notizia e dopo averla insultata tramite messaggi audio, l’avevano cacciata di casa.

Da allora Malika non ha potuto più fare ritorno nella sua abitazione e ha perso tutto ciò che aveva, pertanto tantissime persone ( tra cui personaggi dello spettacolo ), hanno deciso di aiutare la ragazza.

Malika ha deciso, dopo ripetute offese verbali e non, di denunciare per maltrattamenti i genitori e per questo dovrà iniziare un percorso legale: per tale motivo GoFoundMe ha lanciato una campagna solidale nei riguardi della giovane che ha portato alla raccolta di oltre 80mila euro che serviranno per pagare gli avvocati, delle sedute da uno psicologo e per farla vivere in maniera dignitosa.

A Fanpgage la ragazza aveva dichiarato: “Ho un forte senso di giustizia e non voglio mettere questo sogno da parte. Voglio impegnarmi in futuro per arrivarci, anche se in questo momento sono impegnata con altre cose; io e la mia fidanzata stiamo insieme da nove mesi, io ho smesso di sentirmi in colpa quando ho raccontato tutto ai miei amici. Sono innamorata di lei e non ho più paura”.

Malika, ragazza omosessuale disconosciuta dai genitori: per lei sono stati raccolti 80mila euro

Commenti

commenti