Oggi la comunità di san Mango Piemonte, Salerno, si è riunita nella chiesa Madre di Santa Maria per porgere un ultimo saluto a Melissa La Rocca, la giovane studentessa che a soli 16 anni ha perso le vita a scuola mentre svolgeva un esercizio di matematica alla lavagna. Tutti i cittadini si sono stretti intorno al dolore di questa famiglia, mostrando solidarietà e commossa partecipazione per una giovane vita stroncata troppo presto e in maniera così crudele.

Melissa infatti è stata colta da un improvviso malore, la mattina del 7 ottobre tra lo sgomento di tutti gli insegnanti e compagni di classe presenti che tempestivamente sono intervenuti nel tentativo vano di salvarle la vita.

Non è servito neanche il successivo intervento dei paramedici i quali accorsi sul posto, non hanno potuto che constatarne il decesso. 

“L’ho vista appoggiarsi alla cattedra e ho intuito che qualcosa non andasse”, sono state queste le parole della professoressa di Melissa, la quale aggiunge “L’ho vista accasciarsi a terra e subito dopo perdere conoscenza”.

L’autopsia richiesta dai genitori di Melissa, ha evidenziato un possibile problema di natura cardiaca mai diagnosticato che non ha lasciato scampo alla giovane studentessa.

 “Ora sappiamo che il suo cuore non ha retto” queste le strazianti parole del padre di Melissa, Vinicio La Rocca, il quale ha chiesto di poter tagliare i lunghi capelli dorati della figlia e di raccoglierli in una treccia per poterli tenere per sempre con sé.

Toccante la partecipazione degli amici di Melissa, i quali hanno affisso striscioni all’esterno della sua abitazione e sorretto la sua bara, indossando le magliette della salernitana, squadra del cuore della ragazza. 

Non solo il calcio, ma tante altre le passioni di questa giovane donna, vittima di un destino beffardo.  

Si resta interdetti di fronte ad alcune notizie. Ci poniamo domande a cui non siamo in grado di rispondere.  

Ciao Melissa. Che la terra ti sia lieve.

Gaia Martino

Commenti

commenti