Stava intervenendo durante una lite familiare quando è stato accoltellato.

Il carabiniere, infatti, insieme ai suoi colleghi era stato allertato di una discussione molto animata tra madre e figlio in via Diaz a Casoria.

All’arrivo dei militari dell’arma, ad aspettarli davanti al portone c’era la 72enne molto scossa che avrebbe affermato che la lite era stata risolta e non c’era alcun bisogno del loro intervento.

Nonostante ciò, i Carabinieri hanno deciso di controllare se, effettivamente, la situazione fosse tornata alla normalità ma quando la porta dell’abitazione si è spalancata un uomo si è scagliato contro il militare più vicino colpendolo con violente coltellate alla testa fino a spezzarne la lama.

Il carabiniere, nonostante fosse gravemente ferito, è riuscito a bloccare e disarmare l’aggressore, N.E., 43enne già noto alle forze dell’ordine, che è stato arrestato per resistenza a pubblico ufficiale e lesioni aggravate. L’uomo è stato portato in carcere.

Il militare è stato, invece, trasportato all’ospedale di Frattamaggiore con una prognosi di 18 giorni.

Laura Barbato

Commenti

commenti