Da diversi mesi siamo sommersi da tonnellate di Bad News, peraltro più che giustificate.

Ma leggendo oltre si trovano anche notizie di altra natura.

Una di queste riguarda il I Concorso Internazionale Lions Di Canto Lirico On Line.

Un connubio questo, tra Lions e grandi voci, che ha destato, in un contesto nero cosmico, il mio interesse: e chi se nonil Soprano Anna Laura Longo poteva darci ulteriori ragguagli in merito.

La signora, con la gentilezza che la contraddistingue (vedi: https://www.melitonline.net/giornale/anna-laura-longo-il-fascino-infinito-della-lirica/), ancora una volta ha accettato di rispondere ad alcune mie curiosità.

Ecco di seguito ciò che ci ha detto.

Signora Longo: chi sono i Lions?

L’Associazione Internazionale dei Lions Clubs è oggi la più grande organizzazione di servizio del mondo.

Quanti ne siete?

Abbiamo 1,36 milioni di soci in oltre 46.000 club in tutto il mondo. Si tratta di uomini e donne impegnati con progetti comunitari in oltre 208 Paesi e aree geografiche.

Chi può farne parte?

Chiunque sia animato dalla volontà di aiutare il prossimo con le proprie competenze può diventare Lions. Il motto è “We Serve!”, da ciò si evince che il must è servire per migliorare la comunità, sia quella in cui viviamo, sia quella di Paesi a noi lontani.

Potrebbe essere più esplicativa al riguardo?

I Lions sono nati nel 1917 da un idea di Melvin Jones dirigente e filantropo statunitense. Il nome Lions deriva dalle iniziali delle parole Liberty, Intelligence, Our Nations Safety (libertà, intelligenza, sicurezza per la nostra Nazione).

Il service più antico, per cui siamo conosciuti, è quello della lotta alla cecità (acquisto di cani guida per ciechi, creazione di centri di formazione per i cani guida, screening per la vista, fornitura di attrezzature a ospedali e cliniche, distribuzione di medicinali, sensibilizzazione dell’opinione pubblica sulle malattie degli occhi).

Partendo da questo service, man mano i servizi di volontariato ed assistenza si sono estesi a tutte le aree di bisogno del pianeta: servizi per l’ambiente, per la scuola, per gli anziani, i disabili, per combattere la fame, le malattie rare, vaccinazioni per bambini, progetti per aree economicamente deboli.

I Lions affiancano la Protezione Civile nei disastri umanitari, nei momenti di emergenza. Le aree di azione non tralasciano nessun aspetto della vita sociale, neanche quello culturale. Pensi che a Milano, solo per fare qualche esempio, esiste una chiesa restaurata interamente dai Lions, San Bernardino alle Monache, se ne è occupato il Lions Manzoni; il Lions Ai Cenacoli, quest’anno, ha provveduto all’importante restauro di due tele di Jacopo Palma il Giovane -L’Angelo e La Vergine Annunciata- che ora sono esposte al museo dei padri cappuccini ed è partito da un anno il progetto Descrivedendo che vede i Lions in collaborazione con la Pinacoteca di Brera per l’accurata descrizione delle opere d’arte un ausilio per gli ipovedenti.

Esiste un gruppo di club Lions che concorre alla conservazione e ai restauri della chiesa di Sant’Ambrogio; mi vengono anche in mente i Club Lions che in Germania hanno costituito un’orchestra sinfonica, la Germany Lions Symphony Orchestra.

Ecco perché è nato il Lions Club Milano Casa delle Lirica: un club che ha sede nella città che ospita la massima istituzione teatrale nel mondo e che si ripromette di aiutare chi ha bisogno attraverso la bella musica, raggiungendo così il duplice scopo di servire la comunità e mantenere viva la storia del melodramma, unica forma d’arte nata in Italia.

In questi anni, attraverso eventi musicali anche non prettamente lirici ma sempre classici, abbiamo raccolto fondi per malattie rare, per vaccinare bambini contro il morbillo, per la lotta contro il diabete, e tanto altro, tutto mettendo in primo piano giovani talenti.

I fondi arrivano quindi dalle vostre raccolte che organizzate privatamente?

Possono essere i club ad attivarsi,e magari fare rete tra loro, ma ci sono diverse circostanze nelle quali interviene direttamente la fondazione Lions; le cause umanitarie principali portate avanti da quest’ultima in questo momento sono: Vista, lotta al diabete, lotta al cancro infantile, lotta alla fame, e l’Ambiente.

Poi ci sono interventi straordinari, per l’emergenza Covid ad esempio: la fondazione ha stanziato all’Italia 350 mila dollari.

Restando in tema Covid 19 gli interventi dei Lions milanesi in particolare hanno superato, nel capoluogo i 200.000 Euro. Tra di essi la donazione all’Ospedale Fatebenefratelli Sacco di due videolaringoscopi Glidescope del valore di 42.000 Euro.

La Consegna di 20.000 mascherine. La consegna, affiancando la protezione civile, di

derrate alimentari in eccedenza da consegnare alle famiglie bisognose.

Da due settimane inoltre i Lions ed i Leo del distretto di Milano regalano un sorriso ai medici ed al personale sanitario e ausiliario che operano nell’Ospedale del Policlinico in Fiera Milano City.

Ogni giorno, i nostri volontari portano succhi di frutta, brioche dolci e spremute d’arancia per consentire a tutti coloro che lottano per la vita dei pazienti di avere un momento di ristoro. E tanto altro… Dai Lions italiani in totale sono arrivati quasi 5 milioni di Euro per battere il Covid-19.

Ma avete anche un numero di C/C oppure un riferimento bancario per coloro che volessero contribuire da… lontano?

Certamente. Per chi volesse saperne di più:

https://www.lionsclubs.org/it/explore-our-clubs/our-global-causes

Lei che ruolo occupa nell’organizzazione?

In questo momento ho l’onore di far parte del team distrettuale che coordina le attività dei club del distretto 108IB4 La grande Milano, comprendendo Milano e hinterland.

Signora Anna Laura veniamo ai nostri giorni e al prossimo futuro. State pubblicizzando il 1° Concorso di Canto Lirico On Line. Ce ne parla?

Fin dalla fondazione del Lions Club Milano Casa della Lirica, nel 2017, avevamo pensato ad un concorso lirico; ora, grazie anche all’amicizia con la professoressa Maria SchillaciDirettore Artistico di questo concorso insieme al Soprano Silvana Debenedettisocia del Catania VallisViridis e già ideatrice del concorso Voci Belliniane,abbiamo pensato ad un modo per rimanere attivi dal punto vista culturale durante la pandemia. Abbiamo ben presente che l’ambito artistico è, e sarà, uno dei settori più colpiti dalla crisi causata dal Covid-19; perciò, per supportare la forma d’arte italiana per eccellenza, l’Opera, e dare spazio a chi ha investito anni di studio per affermarsi, abbiamo dato vita al primo Concorso internazionale di canto lirico on line, che viene portato avanti dal Milano Casa della Lirica, presidente Silvana Debenedetti, il Milano alla Scala-presidente Marco Accolla, Catania VallisViridis-presidente Renata Gentile Messina, Catania Host-presidente Francesca Toscano.

Come vede parliamo di un vero ponte di collaborazione tra clubs Lions del nord e del sud che, insieme, patrocinati dai rispettivi distretti, rilanciano l’immagine del nostro paese come vate di cultura: Milano la città d’Italia che ospita la più grande istituzione teatrale nel mondo, La Scala, e Catania patria di uno dei maggiori esponenti del belcanto italiano, Vincenzo Bellini.

Un impegno non da poco, direi.

Certo, oltretutto ora siamo impegnati economicamente per l’emergenza sanitaria; pertanto, ciò che destiniamo a chi si distinguerà nella competizione, è tutta la visibilità che l’Associazione è in grado di offrire, che per un artista però è importante. L’artista lirico deve raggiungere il pubblico, che lo apprezzi, lo segua e lo sostenga, noi siamo fieri di aver ospitato nelle nostre serate artisti che poi sono stati chiamati da importanti teatri ed hanno fatto carriera, li abbiamo seguiti con trepidazione facendo il tifo per loro, e le dirò che non tutti erano così giovani, ed avevano bisogno di incoraggiamento. L’altro punto importante è continuare a costruire relazioni con il mondo musicale ed anche questo è un servizio che possiamo offrire.

Chi sono i componenti la Giuria?

Abbiamo la fortuna di avere una giuria d’eccezione con artisti di fama mondiale, rinomati direttori d’orchestra e musicologi, docenti di istituzioni musicali prestigiose. Lucia Mazzaria, Presidente di Commissione; Rino Alessi, Armando Ariostini,Antonino Averna,Carlo Donadio, Daniele Ficola e Walter Roccaro.

Tutte persone, non solo esperte nel settore ma anche eque, amanti delle belle voci, e che sicuramente sapranno dare suggerimenti e consigli per migliorarsi ai concorrenti, in generale, a prescindere dal risultato della competizione.

Inoltre: nella fase finale, in rappresentanza del mondo lionistico, saranno presenti ma senza diritto di voto, i componenti dei quattro club: Presidenti, ma anche musicisti in loro vece, come ad esempio il Maestro Gianfranco Messina del Lions Club alla Scala.

Chi può partecipare e qual è il costo dell’iscrizione?

L’Iscrizione è gratuita: un’agevolazione che ci è sembrata importante nell’attuale contesto.

Non abbiamo messo limite d’età, non certo per trasformare questo evento nella fiera del dilettante, sia chiaro, ma perché, per motivi a volte imperscrutabili, esistono voci che nonostante titoli e premi hanno ancora bisogno di visibilità.

Ci dia altri chiarimenti…

Volentieri. L’invio entro il 30 giugno di due video da cui la commissione decreterà: i tre primi classificati, un premio speciale per i giovani, ed un premio speciale dedicato a Vincenzo Bellini, qualora qualcuno decida di cimentarsi valorosamente con l’autore catanese. 

Attenzione: tutti però potranno intervenire da casa perché, oltre ai premi già menzionati, assegnati a insindacabile giudizio della giuria, ci sarà anche il premio del pubblico.

I video dei concorrenti, infatti, saranno pubblicati dal 1 Luglio sulla pagina facebook -creata dalla nostra socia, valente pianista, Claudia Aiello– “I concorso internazionale Lions di canto lirico on line”; qui, attraverso il “Mi Piace”, il pubblico potrà esprimere la propria preferenza, ed il candidato che avrà ricevuto più Like, entro e non oltre le ore 18:00 del 7 Luglio, riceverà il premio del pubblico. Su questa pagina. si trova il bando di concorso, col regolamento e tutte le informazioni utili.

Altrimenti ci si può rivolgere all’indirizzo mail: [email protected]gmail.com

Ricordiamo che i Lions hanno anche un concorso musicale europeo molto prestigioso che si svolge, ogni anno per uno strumento diverso e, nel 2021, avrà come oggetto di competizione la voce.

L’Italia deve presentare il suo candidato e il distretto di Milano spera che questo concorso porti qualche buona voce che la rappresenti; non è necessario sia italiano, ma deve essere un giovane che risiede in Italia da almeno 5 anni.

Ringrazio infinitamente Anna Laura Longo con la quale, e attraverso questo Call &Response, abbiamo scoperto come la solidarietà diventa tangibile, visibile e ben documentata; e di come il Bel Canto resta pur sempre il più bel suono che l’animo umano possa ascoltare… dopo il silenzio!

[email protected]

Lions Clubs: tra solidarietà e Bel Canto

Lions Clubs: tra solidarietà e Bel Canto

Lions Clubs: tra solidarietà e Bel Canto

Lions Clubs: tra solidarietà e Bel Canto

Lions Clubs: tra solidarietà e Bel Canto

Commenti

commenti